Art Of Dying – Nevermore (EP)

Nella sterminata schiera di band americane di rock duro moderno, gli Art Of Dying hanno sempre avuto un posto speciale nel nostro cuore. Il nuovo EP Nevermore viene autoprodotto da un gruppo che ha raccolto fino a questo momento nemmeno la metà della metà di quanto avrebbe meritato.

I sei brani contenuti nella presente release, benché non proprio tutti ispiratissimi, dimostrano nuovamente quanto i ragazzi siano capaci di scrivere e suonare pezzi diretti e coinvolgenti senza eccessiva fatica. La coppia Hetherington (voce) / Tavis Stanley (chitarra e backup vocals) rimane una delle migliori nell’intera scena, riportando in auge, dopo le goduriose asprezze del precedente Rise Up, le soluzioni melodiche del bellissimo Vices & Virtues. Certo, se ripensiamo a cosa furono capaci di metter fuori sullo sconosciuto omonimo di quasi dieci anni fa (sentitevi da Crime alla fine), ci rendiamo conto che le loro coordinate sono oramai cambiate per sempre.

Sperando che i Nostri ottengano prima possibile una chance vera e propria con un’etichetta che li distribuisca finalmente anche in Europa, consoliamoci con questo nuovo EP.

Lascia un commento