#TakeOutTheTrash – Canzoni brutte dall’Internet

canzoni-brutte-videoDa un lato Internet ci ha aperto un mare di possibilità, certo. Spotify, Deezer, Youtube: le possibilità di ascolto musicale che abbiamo ora sono fantascientifiche rispetto a solo dieci o quindici anni fa, quando ci si affannava su eMule a comprare i dischi o a farseli masterizzare dagli amici.

Qualità e quantità però si sa: non sempre corrispondono, anzi. Le infinite possibilità offerte dalla banda larga hanno spalancato le porte anche a moltissimi giovani e meno giovani dalle dubbie capacità artistiche, ma dall’indiscutibile voglia di fare. Fare canzoni, e interpretare videoclip più o meno elaborati. E se da un lato potremmo facilmente lamentarci di queste vere e proprie perle di “trasciume”, perché non provare invece ad essere un po’ più accomodanti? Reclinate le vostre poltrone, rilassatevi, e godetevi queste cinque perle dal profondo Internet. Stenterete a farne a meno, poi.

Lady Canazza (Santina) Canazzo ti amo
Canazzo è un personaggio già di per sé interessante: i musicologi ricorderanno “Jessica Ti Amo” e “Valentina Mi Ha Tradito” (“pensavo che eri seria / mannaia la miseria”), le delicate confessioni di un cantautore ferito nell’animo da donne di dubbia condotta morale. Ma quella di Canazzo (il nome è d’arte, ma difficilmente traducibile) è una storia a lieto fine: arriva Santina, presto ascesa al prestigioso titolo di Lady Canazza. Una lady in tutto e per tutto, che con affetto e rigore riesce a rimettere in riga l’ex scapestrato, folle di gelosia dopo le batoste prese da Jessica e da Valentina. Il risultato della loro unione è il brano “Canazzo ti amo”, registrato sulla stessa base di “Jessica Ti Amo”: una svista, o una scelta artistica per omaggiare le origini musicali del fidanzato?
È consigliabile per l’ascoltatore un’immersione totale nel brano, per non perdere vere e proprie gemme come il bridge in cui la lady dice all’amato che “i calzini a terra non li devi lasciare”. 

https://www.youtube.com/watch?v=RAcmxjUzWg8

Francesco Brillante – Che fai VIDEO UFFICIALE
Gli studiosi del genere sono ancora in fase di dibattito, ma ci sono buone probabilità che questo sia il brano all’origine della divisione ideologica tra Nord e Sud Italia. “Che fai”, di Francesco Brillante, si muove nei territori del proibito: ad un passo dalla pedopornografia e a un altro dalla galera, ascoltandolo si sentono le sirene in lontananza.
I protagonisti di queste erotiche vicissitudini hanno infatti circa 24 anni, ma in due. Analizzando il testo si possono provare vari livello di disagio: “spogliati” “voglio vederti mentre lo fai” sono tra i versi ricorrenti. 

https://www.youtube.com/watch?v=kArxgmnsJ0k

Luca Sarracino feat Elvira Visone ” Mi hai rotto il cuore ” Diretto da Enzo De Vito
Il videoclip si apre sulle avveniristiche mosse di Elvira, una sorta di incubo visivo uscito da Netlog, mentre lo sfondo è pura psichedelia (la visione è sconsigliata agli epilettici – non si sa mai). “Tu sei mio, solo mio, lo so io, lo sa Dio” rappa Elvira senza paura di tirare in ballo le più alte cariche, mentre l’assillato Luca lancia un breve sguardo in camera rompendo così di fatto la “quarta parete” che separa lo spettatore dall’azione sullo schermo. Woody Allen chi?
L’esplosione di Luca, con il quale lo spettatore non può che schierarsi, arriva dopo il primo minuto, quando il ragazzo riesce finalmente a prendere la parola e comunica alla ragazza che gli ha “rotto il cuore”, velata perifrasi che nasconde forse un rottura ben più profonda (come intuibile dall’eccelso “Ma vaffanculo” che chiude il brano).

Sandu Ciorba – Pe cimpoi
Spesso gli italiani vengono tacciati di un’eccessiva esterofilia, ma non è certo il nostro caso: ben quattro dei cinque brani scelti sono italiani. Per questo è giunta l’ora di uscire un momento dai confini nazionali, superare le alpi e avventurarci nell’esotico Est Europa, verso la Romania. La scena Pop rumena è ingiustamente esclusa dai clamori internazionali: è lecito supporre che alla base ci sia una forte forma di invidia.
Sandu Ciorba è un artista sudaticcio quanto versatile, che si dedica a preservare il folklore della Transilvania senza rinunciare a tocchi di modernità. In “Pe cimpoi” lo vediamo impegnato a danzare con alcune signorine dall’aria spigliata, mentre lui e la sua crew si fanno belli ai loro occhi. A completare il quadro non mancano una coppia di anziani, evidentemente interessati all’artistica performance delle ragazze. Lo sfondo è coloratissimo, e rappresenta il meglio che Windows ’95 avesse da offrire. 

Lil Angel$ – Estate (ft Gioker & Ben-J)
Chiudiamo questa rassegna con una delle colonne portanti del genere: “Estate”, di Lil Angel$. “Estate” è quello che potremmo definire un Trash Classic, un evergreen che da ben cinque anni scalda il cuore dell’estate italiana.
La forte popolarità del video rende altamente probabile che lo abbiate già ascoltato, ma mi chiedo… Lo avete davvero ascoltato? Il brano racchiude ben più di quello che un primo ascolto rivela.
“Bella… Estate… Qualcuno vuole un po’ di estate?”: così si apre il brano, catturando immediatamente l’ascoltatore con quel “bella” che colloca subito l’opera in un contesto familiare e colloquiale, facendo capire che quello che seguirà sarà un dialogo tra pari. La telecamera ci mostra il nostro cast, “la compagnia”, e si ingrana la marcia: Sexy baby, sexy mami, gireranno con, gireranno con…”. È bene essere chiari: nonostante gli studi dal 2011 a oggi abbiano fatto notevoli passi in avanti, non ci sono ancora certezze sul significato di quel “gireranno con”. Sentitevi liberi di dire la vostra in proposito, e se vi è possibile fate una piccola donazione alla Fondazione Lil Angel$ Per I Versi Sciolti (Il vostro contributo è importante). Ma non divaghiamo: “il divertimento sarà alle stelle / serate con varie modelle” canta il rapper, nascondendo abilmente la delusione per la mancanza di modelle nel video (degnamente sostituite da quelle che suppongo essere compagne di scuola).
Il brano continua su questa linea, elencando i pregi della stagione più calda dell’anno: piscine, discoteche, ragazze, fino a ritornare all’inevitabile Sexy baby, sexy mami, gireranno con, gireranno con…”. Degno di nota è anche l’assolo di Gioker (o Ben-J?), che rappa alternando italiano e inglese senza alcun problema, avendo lo stesso livello linguistico in entrambe le lingue; ormai leggenda è il verso “E tu, non capisci più un cazzo / PerchéTiSeiFermatoAGuardareUnMiraggio”, vero e proprio superamento dello schema metrico tradizionale e avanguardia per quello che potrebbe essere il futuro dell’hip hop.

Lascia un commento